CONTINUA AD ESSERCI TANTA CONFUSIONE PER ALCUNI PERCETTORI DEL REDDITO DI CITTADINANZA, LA MISURA ECONOMICA ATTUATA DAL GOVERNO CONTE E FORTEMENTE VOLUTA DALL’EX MINISTRO DEL LAVORO LUIGI DI MAIO.
ARRIVATA ALLA BOA DEI PRIMI 18 MESI. COSÌ AD OTTOBRE PER CHI LO RICEVE DA APRILE 2019, SCATTERA’ IL MESE DI SOSPENSIONE PREVISTO DAL “DECRETONE” CHE HA ISTITUITO IL SUSSIDIO E QUOTA 100.

OLTRE 40 MILA FAMIGLIE VEDRANNO SCADERE GIÀ QUESTO MESE LA PRIMA TRANCHE DEL SUSSIDIO, CHE OGGI SPETTA A 1,3 MILIONI DI NUCLEI PER UNA CIFRA MEDIA DI 562 EURO. PER ALTRI 100MILA NUCLEI I 18 MESI SCADONO IN OTTOBRE, MENTRE A NOVEMBRE E DICEMBRE SARANNO RISPETTIVAMENTE 83MILA E 40MILA. DA QUI A FINE ANNO, LO STOP RIGUARDERÀ DUNQUE OLTRE 630MILA FAMIGLIE PER UN TOTALE DI 1,5 MILIONI DI PERSONE.

MA NIENTE PAURA: BISOGNERA’ PAZIENTARE E ARRANGIARSI DURANTE IL MESE NON EROGATO, MA GIA’ A PARTIRE DA DOMANI E’ POSSIBILE RECARSI AD UN CAF PATRONATO PER PRESENTARE LA NUOVA DOMANDA.

LA MISURA ECONOMICA A CONTRASTO DELLA POVERTA’ DUNQUE SARA’ PROROGATA DI ALTRI 18 MESI PER I PERCETTORI CHE HANNO MANTENUTO GLI STESSI REQUISITI. PROPRIO NELLE SCORSE ORE A SEGUITO DI COMPLESSE INDAGINI SVOLTE DAI POLIZIOTTI DELLA DIGOS DELLA QUESTURA DI CALTANISSETTA, L’INPS HA REVOCATO IL SUSSIDIO DEL REDDITO DI CITTADINANZA A SETTE CITTADINI NISSENI CHE IMPROPRIAMENTE DA SVARIATI MESI PERCEPIVANO IL BENEFICIO NONOSTANTE NON AVESSERO I REQUISITI PREVISTI DALLA NORMATIVA VIGENTE. DUE DI ESSI PERCEPIVANO IL SUSSIDIO NONOSTANTE CONVIVESSERO CON FAMILIARI IL CUI PATRIMONIO SUPERAVA NOTEVOLMENTE QUELLO MINIMO PREVISTO DALLA LEGGE. GLI ALTRI DENUNCIATI SARANNO PRIVATI DEL CONTRIBUTO MENSILE PERCHÉ HANNO OMESSO DI DICHIARARE ALL’ISTITUTO PREVIDENZIALE CHE PERCEPIVANO REDDITI IN QUANTO LIBERI PROFESSIONISTI O DIPENDENTI PRESSO ESERCIZI COMMERCIALI. UNO DI ESSI CHE DI PROFESSIONE VENDEVA E COMPRAVA AUTO E MOTO DI GROSSA CILINDRATA. IN QUEST’ULTIMO CASO I POLIZIOTTI HANNO CONSULTATO DECINE D’ISTITUTI BANCARI E INCROCIANDO LE RISULTANZE SONO RISALITI AI DIVERSI CONTI CORRENTI INTESTATI ALLO STESSO CHE MOVIMENTAVA GROSSE CIFRE DI DENARO PER ACQUISTARE E RIVENDERE MEZZI A DUE E A QUATTRO RUOTE. LE SETTE PERSONE SONO STATE DENUNCIATE ALLA PROCURA DELLA REPUBBLICA PRESSO IL TRIBUNALE DI CALTANISSETTA E DOVRANNO RESTITUIRE QUANTO ILLECITAMENTE PERCEPITO.

IL REDDITO DI CITTADINANZA CONTINUA AD ESSERE ANCHE AL CENTRO DELL’AGENDA POLITICA GOVERNATIVA.

GLI ULTIMI DATI SUL REDDITO DI CITTADINANZA INTANTO SECONDO L’OPPOSIZIONE RISULTANO, ANCORA FALLIMENTARI E IL L PREMIER GIUSEPPE CONTE HA CHIESTO UNA REVISIONE RADICALE DEL SUSSIDIO.

I NAVIGATOR HANNO FORMALIZZATO SOLO 220.048 OFFERTE FORMATIVE OPPURE DI LAVORO. UN NUMERO ESIGUO, SOTTOLINEA IL SOLE 24 ORE, RISPETTO A UNA PLATEA DI 1,23 MILIONI DI PERSONE TENUTE AL PATTO DI SERVIZIO.

IL MINISTRO LUIGI DI MAIO (M5S) DIFENDE LO STRUMENTO DA CHI VUOLE SABOTARLO. IL MINISTRO HA SOLLECITATO I COMUNI AD APPROVARE I REGOLAMENTI PER I LAVORI DI PUBBLICA UTILITÀ CHE PERMETTEREBBERO DI RECLUTARE I BENEFICIARI DEL REDDITO.

PER CONTE LA MISURA ANDREBBE REVOCATA A CHI RIFIUTA LE OFFERTE DI LAVORO E ANDREBBE ISTITUITO UN CERVELLONE INFORMATICO – DI LIVELLO NAZIONALE – CAPACE DI METTERE INSIEME LA DOMANDA DI LAVORO (DEI GIOVANI E MENO GIOVANI) CON LE OFFERTE DELLE AZIENDE. IL CERVELLONE PERMETTEREBBE ANCHE DI SCOVARE LE PERSONE, BENEFICIARIE DEL REDDITO, CHE RIFIUTANO UNA O PIÙ OFFERTE DI LAVORO.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com