RIDUZIONE PARLAMENTARI, VADEMECUM SUL REFERENDUM: ECCO LE RAGIONI DEL SÌ E DEL NO 

RIDUZIONE PARLAMENTARI, VADEMECUM SUL REFERENDUM: ECCO LE RAGIONI DEL SÌ E DEL NO 

GLI ELETTORI ITALIANI SARANNO CHIAMATI A VOTARE DOMENICA 20 E LUNEDÌ 21 SETTEMBRE PER IL REFERENDUM POPOLARE CONFERMATIVO SUL TESTO DI LEGGE COSTITUZIONALE CHE RIGUARDA IL TAGLIO DEI PARLAMENTARI. UN APPUNTAMENTO FONDAMENTALE AL QUALE BISOGNEREBBE ARRIVARE CONSAPEVOLI E INFORMATI.

AL SEGGIO VERRÀ CONSEGNATA UNA SCHEDA, SU CUI DOVRÀ SEMPLICEMENTE BARRARE LA CASELLA DEL SÌ SE SI È A FAVORE DELLA RIFORMA O QUELLA DEL NO SE SI È CONTRARI. MA ECCO QUALI SONO LE RAGIONI DEL SI E DEL NO ESPRESSE DA DEPUTATI ARS NUCCIO DI PAOLA DEL M5S E MICHELE MANCUSO DI FORZA ITALIA.

DA UNA PARTE, PER LE FORZE POLITICHE, CRESCEREBBE LA DISTANZA TRA LA POPOLAZIONE E I SUOI RAPPRESENTANTI E DALL’ALTRA INVECE SI RIDURREBBERO I COSTI DELLA POLITICA ALLA CONSIDERAZIONE CHE UN PARLAMENTO PIÙ SNELLO SARÀ ANCHE PIÙ EFFICIENTE.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *